Strumenti Utente

Strumenti Sito

Writing /var/www/rebzfinder/data/cache/b/bc77208de9102aeb467441c9fc28f9b4.i failed
Unable to save cache file. Hint: disk full; file permissions; safe_mode setting.
Writing /var/www/rebzfinder/data/cache/b/bc77208de9102aeb467441c9fc28f9b4.metadata failed

cronologia
Writing /var/www/rebzfinder/data/cache/b/bc77208de9102aeb467441c9fc28f9b4.i failed
Unable to save cache file. Hint: disk full; file permissions; safe_mode setting.

Storia dell'Annun

Età Antica

Le conoscenze circa l'età antica, durante la quale la civiltà umana degli Addak è fiorita, sono molto poche. Tutto quello che si sa è che il popolo degli Addak si estendeva su tutto l'Annun, dividendosi in dieci stati, non conosceva l'uso della magia, non adorava dei e ha costruito una civiltà avanzatissima che è durata circa 2000 anni. Dopo il Grande Vuoto, la catastrofe che ha devastato e distrutto gli Addak, tutto l'Annun è rimasto disseminato di nn numero discreto di rovine e artefatti. Queste testimonianze del popolo degli Addak sono tutt'oggi misteriose, è difficile comprenderne scopi e funzionamenti, ma i pochi che ci riescono si dice detengano un grande potere: lo stesso che per due millenni ha favorito gli Addak ma ne ha anche, probabilmente, decretato la fine.

Età della Rinascita

Dopo il Grande Vuoto, una catastrofa d'origine ignota che ha modificato la morfologia dell'Annun creando l'attuale conformazione del pianeta, tutte le conoscenze pregresse sono andate perse. Gli studiosi fanno risalire al periodo dopo il Grande Vuoto l'arrivo sull'Annun delle attuali divinità. Il pantheon divino che viene adorato tutt'oggi pose i suoi occhi su questa terra dopo che, si dice, il precedente piano materiale che li adorava fu distrutto da una catastrofe ecologica a causa dell'uso sconsiderato della magia. Giunte sull'Annun le divinità decisero di eleggerlo a nuovo pianeta d'elezione, il Grande Vuoto aveva lasciato margine per la costruzione di una nuova civiltà che potesse prosperare nell'adorazione degli dei. Gli dei si ritrovarono in un mondo che aveva fin lì rifiutato la magia e gli dei, rimanendo eccezionalmente al di fuori del multiverso in cui giaciono tutti i piani d'esistenza. Le divinità non si limitarono a introdurre la magia divina, ma modificarono geneticamente gli umani sopravvissuti creando le attuali razze civilizzate che abitano l'Annun. Inoltre con essi arrivò anche la magia arcana, un dono di Reyma (la divinità della magia spontanea) ma calarono sul mondo anche tutte le creature mostruose, portate dalle divinità malvagie Ragdo, Laysa, Valèk, Fones, Ysis e Thoros, grazie all'apertura dell'Annun alle influenze degli altri piani esistenziali, rendendolo così raggiungibile da qualsiasi tipo di creatura extraplanare.

  • 10-50: Gli elfi kaara formano il loro stato, Megale, nei pressi del nord dell'attuale Provincia imperiale di Tala.
  • 10-70: I murkuash formano i primi clan nei pressi della steppa che essi rinomineranno Mashka.
  • 20 circa: I nani colonizzano la catena del Kazk, nasce il Regno di Argost.
  • 33: Adrianus I unifica le città-stato attorno a Maro nella zona sud dell'attuale Provincia imperiale di Tala e diviene il primo Imperatore di Maro.
  • 75: Per la prima volta i clan di stirpaioli si riuniscono per far fronte a un tentativo di invasione delle Vallate delle Tre Stirpi da parte di alcune città-stato neruniane.
  • 86: Ha luogo il cosiddetto Schiaffo di Pietra: Malk, pretendente al trono argostiano, viene esiliato. Malk, con 50 navi comprate da alcuni mercanti galbardiani, naviga alla ricerca di una nuova patria per lui e i 5000 nani argostiani che decidono di seguirlo.
  • 96: Dopo alcuni infruttuosi tentativi Malk giunge finalmente nel continente meridionale, lì gli argostiani esiliani entrano in contatto con gli elfi Jaara, popolazione nomade autoctona, con cui iniziano una proficua collaborazione. I nani si insediano sulle coste e vengono rapidamente convertiti al culto di Sele, è l'inizio della cultura Shatima.
  • 101: I disorganizzati clan di nalmari, in lotta tra loro da ormai quasi un secolo, trovano finalmente la pace con l'ascesa del primo Re di Loven e la divisione nei quattro ducati, assegnati ai quattro clan fondatori.
cronologia.txt · Ultima modifica: 2017/07/25 02:52 da rebaf