Strumenti Utente

Strumenti Sito

Writing /var/www/rebzfinder/data/cache/6/6048cd8c69d1b3bf0c86b86af33821a7.i failed
Unable to save cache file. Hint: disk full; file permissions; safe_mode setting.
Writing /var/www/rebzfinder/data/cache/6/6048cd8c69d1b3bf0c86b86af33821a7.metadata failed

al-dares
Writing /var/www/rebzfinder/data/cache/6/6048cd8c69d1b3bf0c86b86af33821a7.i failed
Unable to save cache file. Hint: disk full; file permissions; safe_mode setting.

Al-Dares

Il Regno di Al-Dares è la patria degli shatima, situato a sud dell'Impero e divisi dal Mare di Passaggio, è un paese prevelantemente costiero fatto di basse colline e boschi marittimi. Nel sud di Al-Dares ci sono anche grandi zone desertiche che confinano con lo Sa Kah degli elfi jaara.

Società&Istituzioni

A capo di Al-Dares c'è il Faraklì, carica ereditaria che corrisponde a quella di un re. La nobiltà è quasi esclusivamente fatta dai più grandi mercanti che hanno un grandissimo potere e ricoprono tutte le cariche nella corte del Faraklì. Solo pochi rappresentano alcune famiglie fondatrici di Al-Dares di antichissimo lignaggio. Il Faraklì è la dimostrazione di come il culto di Sele sia seminale nella cultura shatima, rappreseta infatti la coincidenza di potere politico e potere religioso essendo oltre che monarca anche sommo sacerdote del culto di Sele. Lo stesso diritto con vui vengono celebrati i processi è in parte “divino” dal momento che i Layyal, studiosi delle scritture sacre di Sele, riunendosi in assemblee fungono da veri e propri giudici di ogni disputa e crimine prendendo come base principale il Tomo di Kaifal. Attuale Faraklì è Sayyid IV, mentre un'altra importantissima carica è quella del Kheis, ammiraglio della flotta shatima.

Struttura amministrativa

La popolazione shatima vive soprattutto nelle maggiori città che fungono da veri e propri centri politici, proprio le città sono l'unico livello amministrativo presente. Ogni città governa anche su una zona di influenza più o meno vasta, ed è guidata da un malèk nominato dal Faraklì. Tale struttura è possibile anche perchè gran parte dell'estensione territoriale di Al-Dares è pressochè desertico. Le città sono:

Almàl

È la capitale. È una grossa città di mare, il quartiere del porto occupa quasi i tre quarti della città rendendo la capitale sostanzialmente un enorme porto che una vera e propria città. Ad Almal è però presente il Tempio della Regina dei Miraggi, forse la più bella costruzione nello stile architettonico shatima. È qui presente inoltre il Palazzo del Favorito, ossia la residenza del Faraklì.

Mulàt

Importante per il suo porto militare, e per le particolari imbarcazioni che vengono qui costruite: ossia delle grandi feluche che prendono il nome Rabìa, lunghe anche decine di metri, molto agili e veloci ma anche discretamente delicate. Il malèk della città è Firdos Hamid.

Jammoon

Famosa per le sue bellissime spiagge e i paesaggi rocciosi a picco sul mare. È altresì importante anche per la sua fantastica Piazza Splendente. Malèk della città è Abu Mamad.

Abdif

Città molto importante per la Fiera Lunare, Malèk della città è Hussain Irem.

Demografia

I nani rappresentano circa il 60% della popolazione, il restante 30% sono elfi jaara che hanno deciso di porre fine al loro stato di nomadismo.

al-dares.txt · Ultima modifica: 2016/07/03 13:02 (modifica esterna)